By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

L’ex premier thailandese Abhisit Vejjajiva è stato formalmente accusato di strage. Avrebbe ordinato nel 2010 alle forze dell’ordine di sparare sulla folla. Ma il vero obiettivo sembra Suthep Thaugsuban all’epoca suo vice e oggi leader dell’opposizione che ha preso le strade di Bangkok. Thaugsuban non si è presentato in aula.Secondo l’opposizione l’arresto non è altro che un gioco di potere. Il Puea Thai, partito della premier al potere Yingluck, vuole imporre all’opposizione un’amniestia che includerebbe anche Thaksin Shinawatra, fratello dell’attuale premier e autoesiliato all’estero perché inseguito da un mandato di cattura. La sorella Yingluck da premier ha sciolto le camere lunedì e indetto elezioni per febbraio. Pur rifiutando di dare le dimissioni sino ad allora si è detta disposta a dialogare con l’opposizione. Affermazioni a cui i manifestanti non credono. Bastone e carota sembrano le misure utilizzate dall’esecutivo che ha tollerato l’occupazione temporanea da parte dell’opposizione al palazzo del Governo. Le forze di sicurezza in quel caso non sono intervenute.