By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Il degrado e l'incuria dimostrata verso il centro storico di Favara, oggi sono il tema ospite della nostra rubrica "La Voce Del Cittadino". Nonostante i proclami sulla sua riqualificazione e valorizzazione, anziché incentivare i privati nel ristrutturare le proprie abitazioni, scoraggiano quei pochi cittadini che con sforzi economici hanno provveduto alla sistemazione delle vecchie abitazioni e che se ne avessero la possibilità, si lascerebbero alle spalle gli affetti che li legano ai propri quartieri di nascita e si trasferirebbero altrove. Che nel vecchio nucleo urbano di Favara insistono innumerevoli edifici pericolanti, è un dato di fatto, quello che non è ammissibile invece è compromettere la stabilità di diverse case che a causa di infiltrazioni di acqua, legati alla mancanza parziale della rete fognaria, per capillarità risalgono nelle strutture delle singole unità abitative. Su questa problematica ha chiesto il nostro intervento la signora Giacoma Costanza abitante di via Giardinello Saieva. Quest'ultima, ci dice, che da circa 15 anni convive con il problema e lo ha segnalato più volte al Comune, senza però mai ricevere nessuna risposta concreta. L'unico tentativo di risoluzione intrapreso dalla signorina è stato quello di provvedere a proprie spese a dei costosi lavori di isolamento e impermeabilizzazione. Opere queste che però senza la risoluzione del problema principale, hanno solo rallentato l'opera usurante avviata dall'umidità. Oltre ai problemi strutturali ci sono da considerare anche quelli di carattere sanitario derivanti dalla presenza di ratti, dallo sversamento dei liquami in strada e dall'odore nauseabondo prodotto. Comunque teniamo a precisare che la situazione non interessa solo la via Giardinello Saieva ma anche diverse strade del medesimo quartiere. La dispersione dei liquami - secondo la signora Costanza - è dovuta dal fatto che il sistema di smaltimento delle acque nere, in zona, risale ai primi anni del 900, da allora nessuna opera di...