By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Compostezza ma soprattutto tanta Commozione hanno segnato i funerali del giovane 20enne favarese Emmanuele Cavallaro. Un lungo corteo silenzioso ha accompagnato il feretro di Emmanuele all'interno della chiesa del cimitero di Piana Traversa. Tantissime le persone che hanno assistito alle esequie. In prima fila stretti nel loro dolore i familiari del ragazzo scomparso mamma Maria, papà Vincenzo ed i fratelli Giuseppe, Carlo e Amedeo, l'amministrazione comunale, amici, compagni di catechismo e anche gente comune che non è voluta mancare. Toccanti le parole del sacerdote Don Alessandro di Fede Sant'Angelo che ha celebrato le esequie: "andando a visitare la famiglia, ha detto don Alessandro, mi hanno riferito che una sera, mentre tutti erano a casa dinanzi a una trasmissione televisiva il cui tema era l'espianto degli organi, Emmanuele si dichiarò espressamente favorevole all'espianto dei suoi organi nel caso in cui gli fosse accaduto qualcosa di irreparabile". "La mamma, la signora Maria, - continua Don Alessandro - in questi giorni ha avuto il coraggio che viene soltanto dalla fede di ringraziare il Signore perché per vent'anni le ha donato un regalo così grande". Commovente la lettera scritta dagli amici di Emmanuele, che hanno strappato le lacrime a quanti vi hanno partecipato. "Il nostro tempo si è fermato, abbiamo chiuso le porte all'universo, fuori oramai non c'è più cielo, dentro nessuna emozione. Come una foglia al vento tremiamo al tuo ricordo, di un tramonto passato. Nulla ci rimane: il divenire è oramai solo passato. Resterai per sempre nei nostri cuori con tanto dolore i tuoi amici.