By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

"Il depuratore di Favara è regolarmente in esercizio e garantisce la sua funzione depurativa, pertanto, il relativo canone va regolarmente pagato". Questo è quanto comunicato in una nota da Girgenti Acque S.p.A. Ricordiamo che sulla legittimità del pagamento a Favara del canone di depurazione, attualmente un Comitato Cittadino in collaborazione con la locale sezione Acli, ha avviato una raccolta di istanze dei contribuenti per intraprendere una possibile azione legale nei confronti della Società che gestisce il servizio idrico in Città. Della questione noi ve ne avevamo parlato sabato scorso con un'intervista al promotore del Comitato Cittadino Lillo Pecoraro. "Nonostante il depuratore -- scrive Girgenti Acque - sia stato realizzato nel pieno rispetto di una vecchia normativa e non sia stato ancora adeguato ai moderni parametri, l'impianto -- continua la nota - è regolarmente in esercizio e garantisce la sua funzione depurativa". Girgenti Acque in riferimento al decreto legislativo n. 152 del Ministero dell'Ambiente emesso il 3 aprile 2006 ricorda che tale dispositivo di legge fissa al 31 Dicembre 2013 la scadenza di adeguamento dei sistemi di fognatura, collettamento e depurazione degli scarichi, nell'ambito del servizio idrico integrato. In relazione alla messa a norma del depuratore di Favara la società che a sede nella zona Asi detta quali sono le proprie strategie aziendali. "Piuttosto che adeguare questo depuratore che, comunque, si prevede venga mantenuto per un primo trattamento, abbiamo avviato le procedure per la realizzazione di un nuovo impianto di depurazione al Villaggio Mosè".