By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Scoperta, dai comandi provinciali della guardia di finanza di Agrigento e Palermo, unazione a delinquere dedita alla commissione di truffe al bilancio dello Stato e dellUnione Europea, per un valore complessivo di circa 30 milioni di euro. Le indagini di polizia giudiziaria, coordinate dal Procuratore della Repubblica Aggiunto di Palermo, Dott. Leonardo Agueci e dal Sostituto Procuratore Dott. Sergio Demontis ed eseguite dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo insieme alla Compagnia della Guardia di Finanza di Agrigento, si sono protratte per oltre 2 anni. Tali indagini hanno permesso al G.I.P. del Tribunale di Palermo, Dr. Fernando Sestito, di emettere il provvedimento che ha portato all arresto di due uomini: Roberto Grippi di 50 anni e Salvatore Catalano di 52 anni e che ha condannato agli arresti domiciliari Stefano Feo di 42 anni. Il provvedimento ha inoltre consentito il sequestro preventivo di immobili, macchinari, beni immobili tra terreni ed appartamenti e quote societarie risalenti a 5 società: una con sede a Termini Imerese, una con sede a Palermo,due società con sede a Milano, ed una a Cammarata, per un valore di oltre 18 milioni di euro. Il sistema di frode era finalizzato alla realizzazione degli investimenti produttivi con i soli fondi pubblici, in particolare le varie società finanziarie gestite da Grippi, pur rivolgendosi a settori diversi, utilizzavano, per lacquisto di impianti e macchinari, una società inglese la WOODMAC ENGINEERING Ltd, al fine di gonfiare notevolmente le spese da rendicontare alle banche concessionarie. Tuttavia, nel corso delle indagini, le fiamme gialle hanno appurato che, la WOODMAC ENGINEERING Ltd, non era altro che uno schermo per nascondere la reale provenienza dei beni e che le società si rivolgevano, per gli acquisti, a fornitori nazionali.